Sant'Andrea Bagni - Guida Turistica

CERCA ALBERGHI
Alberghi Sant'Andrea Bagni
Check-in
Check-out
Altra destinazione


.: LE TERME
 L'inizio dell'era termale in paese fu opera degli ingegneri Giacomo e Carlo Ponci, che per primi fecero analizzare ed isolare le acque termali di S. Andrea. Ad essi è infatti intitolata la piazza principale di S. Andrea, biglietto da visita degli ospiti delle terme o più semplicemente dei turisti. Piazza Ponci ultimamente ha cambiato look: infatti non solo è stata realizzata una nuova fontana, ma più in generale è stata modificata la ripartizione dello spazio visibile. Della vecchia piazza è rimasto solo il serpente ereditato dalla vecchia, storica fontana, che continua però a sputare acqua.
 La fortuna naturale della stazione termale di S. Andrea Bagni è racchiusa nel breve spazio di poche centinaia di metri, nella stretta valle del Rio Fabbro, a monte dell'attuale Parco della Mescita. Proprio dal quel sottosuolo sgorgano infatti le benefiche acque termali, usate sia per terapie idropiniche che per le cure termali negli stabilimenti delle terme.
  Le terme di S. Andrea Bagni sono le uniche, fra le stazioni idrotermali dell'alta e media Italia, a raccogliere in uno stesso bacino acque minerali per bibita (purgativa, sulfuromagnesiaca, acque alcaline leggermente solforose ed un'acqua ferrugino-potassica) ed acque per bagni, inalazioni ed irrigazioni (salsobromoiodica e sulfureo-calcica). Tali acque, differenziate in otto tipologie diverse e sottoposte ad un'accurata e scrupolosa attenzione igenico-sanitaria, provengono dal cuore della roccia viva e arrivano ai banchi di mescita, dopo aver percorso un viaggio sotterraneo di un chilometro.
 Il sinergismo terapeutico Una caratteristica fondamentale delle terme di S. Andrea e quella di possedere una svariata gamma di acque curative, differenziate tra loro per la composizione chimica. Tale prerogativa permette di realizzare terapie diverse e personalizzate, spesso in sinergia tra loro. Un privilegio che ben poche stazioni termali possono vantare. Cure idropiniche, inalatorie, irrigatorie e bagni termali: numerose opportunità per un benessere completo.
 L'azione delle acque termali Le acque di S. Andrea, attraverso i loro specifici elementi minerali, agiscono in modo armonico sull'organismo, riportandolo al naturale equilibrio e difendendolo dagli effetti dello stress, dell'inquinamento atmosferico ed ambientale. Un bene prezioso generato dalla natura che agisce come "farmaco" naturale senza produrre indesiderati effetti collaterali.

Le Terme: Stabilimento Termale di Sant'Andrea Bagni
Indirizzo: Piazza Ponci 1
Località: Sant'Andrea Bagni  
Provincia: Parma Regione: Emilia Romagna
Telefono: 0525/430358 Fax:

 Le proprietà terapeutiche delle acque di Sant'andrea Bagni furono accertate nel 1885.
Tipo di acque minerali :
Acqua bicarbonato - alcalina, clorurato - sodica, ferruginosa - potassica, salsobromoiodica e solfureo - calcica
Patologie indicate :
  • Malattie otorinolaringoiatriche e delle vie respiratorie
  • Malattie ginecologiche
  • Malattie dell'apparato urinario
  • Malattie del ricambio
  • Malattie dell'apparato gastroenterico
  • Malattie reumatiche
  • Malattie dermatologiche
   Otto sono le sorgenti da cui scaturiscono acque diverse: bicarbonato-alcaline, salso-bromo-iodiche, clorurato-sodiche, ferruginoso-potassiche e solfureo-calciche. Vengono impiegate nel trattamento di malattie urinarie, renali (calcolosi e coliche), artroreumatiche, respiratorie, otorinolaringoiatriche, ginecologiche e gastriche. La terapia è prevalentemente idropinica, ma si effettuano anche bagni, inalazioni, irrigazioni e idromassaggi.
 La località termale ha moderne attrezzature sportive e ricreative ed offre anche numerose manifestazioni artistiche; interessanti le gite nei dintorni per visitare castelli, musei e la splendida città di Parma.